Trincomalee
Oriente Sri Lanka Trips

Trincomalee

Trincomalee si trova sulla costa nord orientale dell’isola ed è una delle località balneari più belle e famose dello Sri Lanka. Il nostro hotel è moto bello e le nostre camere danno direttamente sull’oceano. L’alba ci regala subito colori spettacolari e un paesaggio da togliere il fiato: una spiaggia lunga e bianca, palme di cocco e un mare di cristallo, calmo e piatto.
Trascorriamo tre giorni di relax che ci permettono di ritemprarci dai giorni passati e soprattutto dalla salita dei 1.200 gradini a Sigiriya.
Anche qui però dedichiamo del tempo a qualche visita nei dintorni. Passiamo una mezza giornata a visitare un tempio indù in stile dell’India del Sud con le magnifiche statue coloratissime delle divinità e una statua immensa di Ganesh all’ingresso. Il tempio regala ancora una volta il senso della spiritualità di questi posti e di questo popolo ed è sempre un piacere indescrivibile trascorrere del tempo in mezzo alle persone che pregano e fanno offerte alle divinità.
Il giorno dopo visitiamo un sito presso il quale le persone di religione induista si recano per fare le ablazioni e quindi purificarsi dai peccati. È un momento speciale e sacro al quale assistiamo con rispetto e silenzio, rapiti dalla loro devozione e dall’impegno che mettono in questa attività che coinvolge interi nuclei familiari.

Troviamo il tempo anche per un’ultima escursione di mare a Pigeon Island. Un breve tragitto su una barchetta che sembra avere mille anni e raggiungiamo questa piccola isola in mezzo all’oceano dove trascorriamo l’intera giornata facendo snorkleing e prendendo il sole. L’isola è interamente ricoperta di coralli morti trascinati e ammucchiati qui dalla corrente. Quindi il colore prevalente è il bianco dei coralli illuminati dal sole, che spicca in mezzo al verde delle palme. Ci sono due siti interessanti per lo snorkleing: la spiaggia sul lato nord è piena di fromazioni coralline che formano una sorta di baia e che ci regalano una quantità incredibile di pesci coloratissimi, di ogni forma e dimensione. E’ sufficiente stare fermi per essere circondati da banchi di pesci curiosi e da deliziose tartarughe. L’altro lato dell’isola è invece uno shark point: la guida ci accompagna a pochi metri dalla riva alla ricerca di piccoli squali che a suo dire sono innocui, come delfini. Saranno pure innoqui ma vederli così da vicino mette comunque i brividi anche perchè sono lunghi all’incirca un metro e mezzo e non hanno un’aria molto amichevole. Dopo le fatiche dello snorkleing ci aspetta un abbondante pasto a base di pesce freschissimo arrostito, accompagnato da verdure e frutta tropicale in chiusura. Il pomeriggio passa in completo relax, prendendo il sole e godendo del silenzio che solo un’isola in mezzo al nulla può regalare.

Tornati sulla terraferma ci fermiamo a bere una birra ghiacchiata in un baracchino sulla spiaggia e godiamo di un magnifico tramonto: i colori cambiano in continuazione e le palme con i loro profili scuri disegnano davanti ai nostri occhi un’immagine da cartolina. Approfittiamo dell’ultima sera sul mare per gustare un’ottima cena di pesce a base di granchio e crostacei freschissimi e deliziosi.

Qualche giorno di relax sono stati una vera manna dal cielo prima di proseguire verso i famosi siti archeologici di Anuradhapura e Pollonaruwa, tanto belli quanto fisicamente impegnativi da visitare.

 

Foto

    Gli ultimi articoli visualizzati...

    Le Farfalle di Siem Riep

    Elephant Farm in Chiang Mai

    To do e Not to do

    Un weekend a Bangkok

    Quel treno per Ayutthaya

    Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

    LEAVE A COMMENT

    Febbre d'Oriente

    Come trovarci

    Indirizzo
    Via Piobesi 24
    10135 Torino (TO)