Living in Thailand – Part 2
Oriente Thailandia Trips

Living in Thailand – Part 2

Vivere la vita quotidiana di un posto nuovo ti permette di osservare con uno sguardo più consapevole e profondo le persone, le loro abitudini e tutta una serie di particolari che quando sei solo di passaggio non riesci a cogliere. Cultura e tradizioni in Thailandia sono molto radicate e questo rende il popolo thai uno dei più affascinanti del Sud Est Asiatico.

Per maggioranza buddhisti, i thailandesi restano comunque fortemente legati alle vecchie tradizioni animiste, alla superstizione e alle antiche credenze. Ogni casa privata, ogni condominio, ogni attività commerciale, ogni ristorante espone in bella vista davanti all’ingresso, un piccolo tempio dedicato agli spiriti. Queste casette in cemento o in legno decorate con specchietti o dipinte con colori vivaci sono sempre riccamente addobbate con ghirlande di fiori e piene di cibo e bevande. Vengono costruite come prima cosa quando si dà il via ai lavori di un nuovo edificio e il loro scopo è quello di proteggere la casa e la famiglia dagli spiriti cattivi e ingraziarsi il favore di quelli buoni. Ogni giorno vengono fatte offerte di frutta e bevande, accesi incensi e svolti brevi e silenziosi rituali propiziatori. Vi capiterà di vederne praticamente ovunque, di ogni dimensione e colore anche in funzione dello status sociale dei proprietari della casa o del negozio. Noterete che spesso fra le offerte di cibo e bevande, oltre alle classiche banane e ai cocchi verdi, ci sono anche lattine di coca cola e altri prodotti simbolo del capitalismo.



Booking.com

Con gli spiriti non si scherza perché a quanto pare possono essere anche molto dispettosi. Secondo le antiche credenze, infatti è bene non attirare la loro attenzione ad esempio sui bambini: vi capiterà di vedere bambini bellissimi ovunque, con faccette paffute e i tipici tratti orientali che vi fanno venire una gran voglia di fare i complimenti ai genitori e di toccarli. Ecco, questa è una cosa da evitare il più possibile: fare complimenti per un bambino particolarmente bello potrebbe attirare l’attenzione di uno o più spiriti cattivi che potrebbero iniziare a fare i dispetti a lui e alla famiglia. Inoltre il contatto fisico con estranei in Thailandia non è visto particolarmente di buon occhio, soprattutto è buona regola evitare sempre di toccare la testa che è la parte più sacra del corpo, in quanto quella che potenzialmente può condurre all’illuminazione.

Il Buddhismo, dicevamo, è la religione maggiormente diffusa in thailandia e questo permea in modo visibile e quotidiano i comportamenti delle persone. I principi della calma, dell’autocontrollo, la continua ricerca della serenità e del distacco dalle debolezze umane sono evidenti nella totale avversione da parte del popolo thai verso le manifestazioni di rabbia e verso il contradittorio. Le manifestazioni di rabbia in pubblico sono infatti molto rare in Thailandia, se non praticamente inesistenti, e anzi sono viste come comportamenti negativi da evitare in ogni modo. Nella remota ipotesi di trovarsi in una discussine conflittuale con un thai, la reazione più probabile sarebbe di profondo imbarazzo e il comportamento molto remissivo, in quanto non avrebbe la benché minima idea di come gestire la situazione. Quindi è bene evitare di intavolare discussioni negative e aggressive nei confronti di un thai, cogliendo invece l’occasione per imparare qualcosa da loro e provare a gestire la propria rabbia del momento con un atteggiamento positivo e conciliante. D’altro canto anche le eccessive manifestazioni d’affetto non sono viste di buon occhio: un bacio fra fidanzati o un abbraccio troppo caloroso sono cose molto rare da vedere ad esempio per strada. Tutt’al più le giovani coppie si tengono per mano e in generale evitano comportamenti affettuosi che noi considereremmo assolutamente normali. Anche piangere in pubblico o mostrare molta preoccupazione sono comportamenti che vengono accuratamente evitati dai thailandesi. Per dirla in modo più generale tutte le emozioni in qualche modo estreme e di impatto sono da tenere nella sfera più strettamente personale e riservata, senza manifestarle verso l’esterno per evitare giudizi e pettegolezzi.

Sempre nell’ambito delle abitudini socio-culturali del popolo thailandese, una cosa molto importante è l’immagine, l’apparenza. Critiche e pettegolezzi non sono visti di buon occhio: per un thai “perdere la faccia” è una cosa molto grave, che può portare a un profondo imbarazzo, compromettendo talvolta anche il ruolo nella comunità e nella famiglia. Ricordando di essere ospiti di un Paese che non è il nostro, è sempre buona norma rispettare tutti gli aspetti culturali, anche quelli più lontani da noi e sforzarsi il più possibile di assimilare i principi più importanti della vita quotidiana per poterli mettere in atto nei momenti di interrelazione con la gente del posto. Quindi, sfoderate il vostro miglior sorriso, evitate critiche e pettegolezzi e approfittate per ridurre al minimo i sentimenti negativi e le manifestazioni di rabbia. Il vostro Karma ne troverà grande giovamento e in cambio riceverete dal popolo thai sorrisi che non dimenticherete mai, rispetto e piccole attenzioni che vi riempiranno il cuore.


Altra cosa da non dimenticare mai è che il re e tutta la famiglia reale sono rispettati dal popolo thai in modo assoluto, quasi a livello di divinità. Quindi è del tutto inaccettabile criticare qualunque membro della Royal Family o compiere qualsivoglia gesto offensivo nei loro confronti. Se ad esempio vi capita di trovare a terra una banconota o una moneta non pensate nemmeno per un attimo di metterci un piede sopra in quanto su tutte è riportata la faccia del re e sarebbe ovviamente una gravissima e imperdonabile offesa nei suoi confronti.

Giorno dopo giorno, vivendo a diretto contatto con la gente del posto si riesce ad imparare e in qualche modo ad apprezzare le loro abitudini, anche quelle che ci sembrano più bizzarre e lontane dal nostro modo di fare, ma che proprio per questo sono quelle che più attirano la mia attenzione. In poco più di un mese ho imparato che sorridere a un perfetto estraneo per strada e ringraziare congiungendo le mani quando salutiamo il tassista o la signora del banchetto del Pad Thai sono cose che rendono migliore la giornata e ti permettono di sentire il calore del sole che splende sempre in questo posto, non solo sulla pelle, ma anche nel cuore.



Booking.com

Foto

    Gli ultimi articoli visualizzati...

    Le Farfalle di Siem Riep

    L’arrivo a Chiang Mai

    To do e Not to do

    Elephant Farm in Chiang Mai

    Quel treno per Ayutthaya

    Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

    01 Comment

    1. goyard bags

      I want to point out my respect for your kindness for folks who really want help on your field. Your special dedication to passing the message throughout had become particularly advantageous and have in every case allowed many people just like me to arrive at their goals. Your own valuable facts implies so much a person like me and especially to my mates. Thank you; from all of us.

      novembre 14, 2018 Rispondi

    LEAVE A COMMENT

    Febbre d'Oriente

    Come trovarci

    Indirizzo
    Via Piobesi 24
    10135 Torino (TO)