Vita da Farang
Oriente Thailandia Trips

Vita da Farang

Qui ci chiamano Farang. Farang è in pratica l’appellativo che viene utilizzato per indicare tutti gli occidentali che si trovano in Thailandia, sia che siano turisti, sia che siano residenti. La vita da Farang non è sempre facile.

Partiamo dalle cose più semplici: il popolo thai sicuramente non è famoso per l’altezza delle persone, è davvero raro vedere un thailandese che arrivi al metro e settanta e le donne in particolare sono davvero minute, ben lontane dal modello di donna mediterranea o nordica. Questo si riflette chiaramente in diversi aspetti di vita quotidina: le scope sono corte, i mobili e i piani lavoro delle cucine sono bassi. Provate voi a rassettare casa con una scopina che vi arriva alla vita! E’ persino difficile trovare scarpe sopra il numero 38 se non nei grandi centri commerciali con i negozi a catena, come H&M, Decathlon e così via. Sulla base di queste oggettive differenze fisiche i thai pensano che i Farang crescano più in fretta e ingrassino di più e questo è di fatto vero, basta guardarsi intorno per capirlo!

Altro problema che un Farang deve affrontare è una sorta di discriminazione: i prezzi applicati ai Farang sulle corse dei sonteo, sul noleggio scooter o sul cibo, soprattutto nei baracchini dei mercati più turistici, sono maggiori rispetto a quelli pagati dai thai. Nulla di sconvolgente dunque, un po’ come avviene in Italia nelle grandi città d’arte dove spesso i gestori approfittano dei turisti per incassare cifre più alte.



Booking.com

I Farang non possono acquistare immobili in Thailandia, nè avere a proprio nome attività commerciali. A quanto pare si tratta una scelta finalizzata a evitare un’eccessiva colonizzazione da parte dell’occidente nel loro territorio, da un lato anche comprensibile. Come sempre accade comunque, fatta la legge, trovato l’inganno: spesso i Farang riescono a investire in Thailandia utilizzando prestanomi thailandesi compiacenti che incassano una fee per il disturbo. Alcune volte capita che un Farang si fidanzi e metta su famiglia con una persona del posto e questo permette di avere la vita un po’ più facile ad esempio per l’acquisto di una casa o per l’avviamento di un’attività commerciale. Il punto in questo caso è che al cuore non si comanda e se già è difficile trovare l’anima gemella a casa propria, trovarla dall’altra parte del mondo diventa davvero un’impresa. Ho avuto però il piacere di conoscere coppie miste davvero felici e innamorate che conducono una spensierata vita normale in Thailandia, con tutti i pro e i contro della vita a due che tutti nel mondo abbiamo! Se proprio voleste acquistare un immobile in Thailandia, sappiate che potete farlo solo se si tratta di un appartamento in condominio dal secondo piano in su e che più che un reale acquisto si tratterà comunque di una sorta di affitto a lunghissimo termine. Il succo è che non sarete mai realmente proprietari di nulla in territorio thai e che non avrete mai la cittadinanza, nemmeno se viveste qui per tutta la vita.

Un problema molto pratico che ho riscontrato fin dall’inizio della mia permanenza qui è la totale mancanza di riguardo nei confronti dei pedoni: i marciapiedi praticamente non esistono, o meglio, ci sarebbero anche, se solo non fossero invasi da pali della luce, cartelli stradali e piante. Spesso sono dissestati e talmente stretti che per percorrerli dovrete sfoderare le vostre migliori doti da equilibristi. Anche attraversare la strada è una bella impresa: pochissimi sono i semafori pedonali e, dove ci sono, spesso vengono bellamente ignorati, soprattutto dai motociclisti che in Chiang Mai sono davvero numerosi. Di tanto in tanto ci sono degli attraversamenti pedonali che a quanto pare non vengono nemmeno visti dai mezzi motorizzati, in quanto non noterete neanche un accenno a rallentare in loro prossimità. Comunque dopo un po’ ci si abitua anche a questo e si inizia ad agire di prepotenza anche da pedoni, buttandosi in mezzo alla strada e costringendo alla fine qualcuno a fermarsi. E’ comunque un bel rischio, ma vi assicuro che dopo i primi giorni in cui sono stata ad aspettare anche 10 minuti a un incrocio, ho imparato a calcolare con precisione millimetrica il momento giusto per attraversare senza essere travolta e senza diventare vecchia aspettando che non passi nessuno. La cosa più interessante in tutto ciò è che i thai si stupiscono del fatto che noi Farang consideriamo quanto meno bizzarro il loro stile di guida!


Ma cosa pensano realmente i thai dei Farang? Come ovunque nel mondo, anche qui in Thailandia esistono i famosi luoghi comuni e grazie a un piccolo corso di cultura thai – ringrazio Claudia per questo – sono riuscita a scoprirne alcuni nei confronti dei Farang. Innanzitutto secondo i thai le donne Farang amano ridere fragorosamente, adorano indossare il bikini e sembrano più vecchie delle loro coetanee thai. Provando a superare il primo momento di ilarità, è facile capire il perchè di queste affermazioni: i thai non amano le manifestazioni in pubblico di sentimenti e stati d’animo ed è per questo che per loro è una cosa curiosa vedere una donna ridere di gusto e parlare ad alta voce. Veniamo al bikini: dovete sapere che le donne thai odiano il sole e fanno di tutto per avere la pelle il più chiara possibile. Addirittura i bagnoschiuma in commercio contengono agenti sbiancanti e protezioni a schermo totale. Per le strade, soprattutto nelle ore più calde della giornata, le ragazze girano con pantaloni e maniche lunghe, munite di ombrello per proteggersi dai raggi del sole. Ecco quindi che il bikini diventa per loro una cosa strana, lontana dalle loro abitudini. Sul fatto che le donne Farang sembrino più vecchie delle coetanee thai c’è purtroppo da rassegnarsi. Dare un’età alle donne thailandesi è davvero difficile: coi loro corpi esili e i lineamenti asiatici sembrano sempre delle ragazzine e, ahimè, tocca prendere atto che sì, noi sembriamo decisamente più vecchie di loro.

Una cosa che per i più è normale, ma che per i thai rappresenta una stranezza, è che i Farang sono sempre puntuali. Perchè dovete sapere che in Thailandia difficilmente si vive con l’ansia dell’orologio e questo di fatto corrisponde a una concezione molto blanda della puntualità. In generale si ragiona su un intorno di una certa ora, mezzora più, mezzora meno.

Abituati alle piogge torrenziali della stagione monsonica, i thai non si prodigano più di tanto per ripararsi dalla pioggia e trovano infatti particolare la nostra abitudine a girare muniti di ombrello quando piove. Restando in tema di clima, il fatto che noi teniamo in considerazione le previsioni meteo è motivo di grande ilarità per i thai in quanto tutti sanno che qui non ci prendono mai!



Booking.com

Nella carrellata di quello pensano i thai dei Farang sono degne di nota ancora un paio di cose: secondo i thai a tutti i Farang piacciono gli elefanti, il ché è assolutamente vero visto che in occidente non è così usuale vedere un pachiderma a pochi passi dalla propria città. E infine, una triste verità: troppo spesso gli uomini Farang, soprattutto i turisti, girano per la strada a dorso nudo, complici probabilmente le alte temperature che quasi sempre caratterizzano questo Paese. E’ bene però ricordare che il rispetto per le normali norme di vita civile non deve mai venir meno, nemmeno quando siamo in vacanza, perchè restiamo sempre e comunque ospiti di luogo che non è casa nostra. Quindi, uomini, tenete indosso le vostre magliette anche se fa molto caldo e piuttosto portatevi dietri un ombrello, non tanto per la pioggia, quanto per il caldo sole thailandese.

Ricordate: il mondo dei Farang è tanto misterioso per i thai, almeno quanto lo è quello thai per i Farang.

Foto

    Gli ultimi articoli visualizzati...

    Le Farfalle di Siem Riep

    L’arrivo a Chiang Mai

    To do e Not to do

    Elephant Farm in Chiang Mai

    Quel treno per Ayutthaya

    Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

    01 Comment

    1. curry 4

      Thanks for all your effort on this web site. My aunt really loves carrying out investigation and it’s obvious why. I know all concerning the compelling tactic you make both interesting and useful guidance on your web site and in addition invigorate contribution from other individuals about this area so my child is truly learning so much. Take advantage of the rest of the year. You are doing a splendid job.

      novembre 14, 2018 Rispondi

    LEAVE A COMMENT

    Febbre d'Oriente

    Come trovarci

    Indirizzo
    Via Piobesi 24
    10135 Torino (TO)