Drive safe, save life.. maybe!
Oriente Thailandia Trips

Drive safe, save life.. maybe!

Se state programmando una permanenza un po’ lunga in Thailandia dovete assolutamente leggere questo articolo!

Sicuramente state pensando di noleggiare un’auto o un motorino e di scorazzare per il Paese e le varie cittadine, forti della vostra patente italiana e dei vostri lunghi anni da guidatori nelle città italiane. Nella realtà le cose sono un po’ diverse perchè la vostra patente italiana qui non vale nulla. Questo non significa che non potrete noleggiare un mezzo: i noleggiatori non batteranno ciglio nell’offrivi sia auto sia motorini semplicemente richiedendovi il passaporto. Il problema è che se vi fermerà la polizia sarete multati per un importo che di norma si aggira intorno ai 500 Baht. Ok, parliamo di 13€, ma se vi fermate in Thailandia per molto tempo e vi capita di essere fermati un tot di volte, la spesa comincia a essere impegnativa. E credetemi: vi fermeranno perchè siete farang e perchè spesso hanno bisogno di fare cassa!

Quindi, come ovviare a questo problema? Le soluzioni sono due: la prima, più semplice, ma un po’ più costosa, è richiedere la patente internazionale in Italia e poi convertirla qui in Thailandia presso un ufficio della motorizzazione. Il costo della patente internazionale ha un costo che varia da città a città, in un range compreso fra i 30€ e i 70€. Grazie alla patente internazionale potrete sbrigarvela con un’oretta di corso di teoria in inglese e con una spesa totale di circa 200 Baht.

La seconda strada che potete percorrere è quella di prendere in loco la patente thai, esattamente come fanno i thai. Detta così sono sicura che sembri una cosa molto interessante, ma per esperienza personale posso dirvi che non lo è poi così tanto e vi spiego subito perchè.

Come prima cosa dovrete recarvi in un qualunque ospedale e richiedere un certificato medico specifico per poter accedere al corso per la patente. La visita consiste in un mini check up generale durante il quale vi peseranno, vi controlleranno la temperatura e la pressione e vi chiederanno se avete malattie croniche o particolari. Stranamente nessuno si preoccuperà di verificare che ci vediate più o meno bene. Il costo di questo certificato è di circa 150 Baht e ha validità per un mese.


Booking.com

Con il vostro certificato medico potrete quindi presentarvi presso la motorizzazione e richiedere l’iscrizione al corso di guida, sia per la patente dell’auto che del motorino, oppure per entrambe le cose. Se arriverete sufficientemente presto al mattino e troverete ancora posto potrete accedere immediatamente all’aula del training dove vi accomoderete al vostro posto e passerete circa 5 ore a visionare un video rigorosamente in lingua thai sulle regole della strada. Chiaramente non capire una parola, ma fidatevi: non è importante capire quanto riuscire ad arrivare alla fine del corso senza farvi venire l’esaurimento nervoso. Vi consiglio di portarvi un libro o un tablet per far passare in qualche modo il tempo. E non dimenticate una felpa per proteggervi dalla temperatura glaciale della sala.

Completato questo supplizio avrete la possibilità – di norma il giorno dopo – di sostenere l’esame di teoria, che consiste in 50 domande in inglese. La traduzione dal thai all’inglese delle domande e delle risposte è per così dire pittoresca. Vi faccio un esempio per farvi capire: alla domanda “cosa devi fare se la tua auto è in panne e sei in mezzo alla strada” dovrete rispondere selezionando la risposta che letteramente è formulata così “mettiti l’auto sulla spalla e posizionala a bordo strada per non intralciare il traffico”. Chiaramente si tratta di un errore di traduzione: il concetto che voleva esprimere questa risposta è di utilizzare il peso del proprio corpo, aiutandosi con la spalla, per spostare l’auto dalla carreggiata ed evitare di intralciare il traffico. Esistono comunque sul web dei siti di simulazione del test che potrete utilizzare per imparare praticamente a memoria le risposte corrette alle varie domande e passare al primo colpo il test di teoria. Altra curiosità legata al test di teoria è che, nel caso in cui decideste di prendere la patente sia per la macchina, sia per il motorino, dovrete fare lo stesso test per due volte. E con lo stesso test intento lo stesso identico e preciso test, con le stesse domande. Only in Thailand!

Bene, ammettiamo che abbiate superato il test, a questo punto non vi resta che fare la pratica. Alle volte potrà succedervi di accedere alla prova pratica lo stesso giorno del test teorico, diversamente vi toccherà tornare una terza volta per ottenere la vostra patente. La cosa curiosa dell’esame pratico è che dovrete recarvi presso la motorizzazione con il vostro mezzo, sia che si tratti della patente per l’auto, sia che si tratti della patente per il motorino, ma di fatto non potreste farlo visto che non avete la patente.. E talvolta vi capiterà di trovare un simpatico posto di blocco della polizia proprio all’ingresso della motorizzazione che vi fermerà e cercherà di multarvi per il fatto di guidare un mezzo senza avere la patente. In questa malaugurata evenienza cercate di spiegare al poliziotto che siete lì proprio per fare l’esame ed esibite la documentazione che vi ha fornito la motorizzazione quando vi siete iscritti al corso.

Vediamo ora in cosa consiste la prova pratica: per il motorino dovrete affrontare un piccolo circuito chiuso composto da un rettilineo, una curva a sinistra, uno stop, un ponticello, uno slalom fra dei birilli e infine una pedana leggermente sopralevata dall’asfalto. Il test si svolge con tutti i candidati in fila indiana, quindi il consiglio è di non partire per primi e di seguire i candidati thai, visto che non capirete una sola parola della descrizione del percorso, che chiaramente viene fatta in lingua thai.

La prova pratica per la patente dell’auto prevede invece tre diverse prove: un passaggio in avanti e in retro attraverso un corridoio delimitato da dei birilli, il costeggiamento di un marciapiede tenendosi a una distanza massima di circa 25 cm dal bordo, un parcheggio a S. E’ necessario passare tutte e tre le prove e nel caso in cui non ne passaste una o due potrete ripresentarvi in un altro giorno per rifare solo la o le prove fallite.

Una volta passata la pratica potrete finalmente ritirare la vostra o le vostre patenti, dopo aver pagato rispettivamente 105 Baht per il motorino e 205 Baht per la macchina. La tesserina della patente viene emessa in tempo reale negli uffici della motorizzazione e potrete finalmente guidare il vostro mezzo in modo legale e senza il rischio di essere multati.

Riassumendo: per prendere la patente in Thailandia non dovrete frequentare nessun corso di scuola guida e non farete nessuna prova su strada. E questo spiega chiaramente il motivo per cui la guida dei locali è per così dire pittoresca. Niente paura però: dopo un primo approccio terrificante quando inzierete a guidare in mezzo al traffico thailandese comincerete ad abituarvi e ad allinearvi al loro stile di guida.

La cosa più divertente in tutto questo è vedere per strada degli immensi cartelli che recitano “Drive Safe, Save Life”.  That’s Thailand!



Booking.com

Foto

    Gli ultimi articoli visualizzati...

    Le Farfalle di Siem Riep

    L’arrivo a Chiang Mai

    Koh Tao – Vita da Diver… continua

    Elephant Farm in Chiang Mai

    To do e Not to do

    Disqus shortname is required. Please click on me and enter it

    LEAVE A COMMENT

    Febbre d'Oriente

    Come trovarci

    Indirizzo
    Via Piobesi 24
    10135 Torino (TO)